Milano da morire di A. Serra e G. Di Sorte

Milano, primi anni ’70.
Una città metropolitana grigia ma ipnotica dove benessere, malavita organizzata, sesso e droga, germogliano a velocità sempre crescenti. E’ proprio qui che viene assegnato il neo commissario Achille Rocchi (Franco) romano e da poco trasferitosi, a dirigere la Squadra Mobile in questo affascinante compito. Franco intraprende assieme ai suoi fidi colleghi una caccia spietata al killer che ha assassinato il noto imprenditore di Night (pulito e non associato alla mala), Marco Cavalli.

Questo libro mi è stato regalato da Alessia che ringrazio ed abbraccio per questo. Libro veloce, scorrevole che ho letteralmente divorato in soli due giorni. Non sono solito leggere polizieschi ma in questo caso per me era diverso. Già, perché Alessia vive Milano, vive il suo reparto in Polizia ed ha pensato di rendermi in qualche modo partecipe del suo mondo e la ringrazio (non sai quanto Ale) per questo. I libri “mirati” sono sempre i più belli, perché in qualche modo personali.

Tirando le somme, posso dirvi che è un bel romanzo, relativamente breve, molto scorrevole ed appassionante. Non troverete colpi di scena, ma una storia criminale ben ambientata e realizzata. Scritto a quattro mani da Achille Serra (ex prefetto di Ancona, Palermo, Firenze e Roma, nonché Senatore dell’Unione di Centro) e amico Giovanni Di Sorte quale giornalista, vi catapulterà agli inizi degli anni ’70 in una città in gran fermento, dopo i grandi disordini avvenuti nel ’68.

Il libro lo potete trovare qui.
Consigliato.

Achille SerraGiovanni
Achille Serra e Giovanni Di Sorte

IT di Stephen King

Ho sconfitto IT.

Spaventato dall’immensa mole, ma non dal clown, per molti anni questo libro è rimasto un tabù. Già in adolescenza avevo provato e riprovato a leggerlo, trovandolo ad ogni occasione al di sopra delle mie capacità di concentrazione. Già perché IT richiede concentrazione ed impegno, grande impegno. Sono stato tentato varie volte di leggerlo negli ultimi anni ma ho sempre fallito, per la via della mole e la mancanza di tempo.
L’ ho ripreso l’anno scorso per poi abbandonarlo nuovamente attorno al 20% circa, stufo delle numerose divagazioni inutili per riprenderlo poi quest’anno.

IT è un romanzo horror (forse anche “il”) .

IT è senza dubbio un romanzo che rimane. Un romanzo coinvolgente come forse pochi in circolazione. Un romanzo capace di far risvegliare il bambino che c’è in noi.
Colonna portante del libro è l’eterna lotta tra il bene e il male, vissuta attraverso la vita di sette ragazzini in una cittadina inquietante dal nome Derry, situata fantasiosamente nel Maine, Stati Uniti d’America.
Grazie a loro scopriremo che amicizia e amore vincono su oscurità e terrore. Scopriremo che questo è un grande libro d’amore a tutto tondo. Scopriremo il coraggio di vivere e di andare avanti sempre, anche quando un futuro nefasto sembrerà averla vinta.

Il tutto concentrato in “sole” 1.200 pagine circa.. però…
è lungo, troppo lungo! In molti casi è oltremodo prolisso e necessità di tanto impegno e concentrazione per essere letto ed assimilato. Se da una parte troviamo una storia veramente bella, sfaccettata, complessa e ricca di suspence, dall’altra ci troviamo a combattere più e più volte con capitoli interi di descrizioni, nomi e vicende che poco e se non nulla, hanno da dire alla storia. Andrebbero sforbiciate per così dire, circa 3/400 pagine in un fantomatico IT 2.0, senza far variare minimamente la trama.
Non pensate quindi di potervi abbandonare ad un romanzo semplice. Il libro va preso, letto e vissuto nel minor tempo possibile per non renderlo “infinito”. I continui flashback mi hanno fatto perdere il filo più e più volte.

Per il resto:
Bill, Ben, Mikey, Stan, Beverly, Richie,  i “perdenti” di Derry, vi rimarranno per sempre nel cuore. Consigliato a chi voglia imbattersi in un mostro Sacro!

Il libro lo potete trovare qui.

stephen_king-coming-to-boulder
Stephen King

GRATIS ebook: “Onirica”

41GM3OVm5YL

Amazon-localised-icons

GRATIS ebook: “Onirica”
Venduto a 0,00 € con Amazon 

Sulla scia di Julio Cortàzar, Otto racconti neo-fantastici che ci porteranno a conoscere, attraverso un viaggio dall’ordinario al surreale. I protagonisti, persone normali in situazioni ordinarie, si troveranno alle prese con mostri, serial killer, alieni, anch’essi tranquillamente adattati allo stile di vita e alla cultura del posto. Il lettore, avvolto nella tela di ragno intessuta dall’autrice, si troverà a osservare prima e a sperimentare poi, le sensazioni di claustrofobia, ansia e inquietudine provati dai protagonisti dei racconti. Il lieto fine? Qualora ci fosse, richiederà prezzi altissimi da pagare. La legge della jungla è sempre in agguato e vale sia per il mostro di turno che per il protagonista.

Grazie a Aurora Stella per il libro.
Bruno M.

GRATIS ebook: “L’egemonia del Drago” di Nunzia Alemanno

51XbHFi7rPL

Amazon-localised-icons

GRATIS ebook: “L’egemonia del Drago – Il Dominio dei mondi”
Venduto a 0,00 € con Amazon solo oggi 21/04/2017

Karl Overgaard è un brillante bambino di appena sei anni. Vive a Silkeborg, in Danimarca, insieme alla madre, Karen e la nonna, Amanda. In seguito ad alcuni strani avvenimenti (la voglia dietro la nuca che, inspiegabilmente, inizia a sanguinare e l’orrenda visione di un drago fuori dalla finestra della sua camera), Karl all’improvviso e misteriosamente, scompare.
L’ispettore Johan Kallen si prende carico delle indagini, ritenendo Karen, a causa degli strani disturbi psichici che la affliggono, la sospettata principale per la scomparsa del bambino.
Il destino di Karl è legato a quello di Ambra, una giovane fanciulla di Castaryus. Qui, in questo piccolo mondo disperso nella galassia di Ursantia, subiranno la persecuzione di Elenìae, una maga perfida e spietata dai poteri illimitati che brama il dominio assoluto. Per conquistare tale supremazia, la sanguinaria strega dovrà distruggere l’onnipotente divinità di Castaryus, il Drago, che governa su tutti i popoli da più di duemila anni. Ed è così che Elenìae dà inizio alla caccia di coloro che potranno rendere possibile il suo spietato sogno di potere. Le prede sono i cuori pulsanti del bambino e della giovane Ambra, da immolare durante un rito sacrificale. Anche la voglia sulla nuca di Ambra aveva cominciato a sanguinare, proprio come avvenne al piccolo Karl prima della sua scomparsa. Che cosa può accomunare due persone appartenenti a due mondi cosi diversi e così lontani?
Intorno a loro ruotano le vicende di re, maghi e forti guerrieri, storie d’amore che appassionano, avventure che lasciano senza fiato. La disperazione condurrà una madre alla follia (è veramente pazza? O è divenuta cosciente di quel mondo in cui il figlio è stato trasportato e vuole andare a tutti i costi a riprenderselo) e non mancherà l’impegno di coloro che, per proteggere Ambra e il piccolo Karl, non si risparmieranno nella lotta mettendo in gioco la propria vita.

Booktrailer: https://www.youtube.com/watch?v=PnmxKJJqg5s

Un grazie di cuore a Nunzia Alemanno per avermi fornito una copia!
Bruno M.

L’arte di ottenere ragione di Arthur Schopenhauer

Buongiorno a tutti cari amici.
Durante il mio breve soggiorno in centro Italia, ho avuto modo di leggere questo splendido libro di Arthur Schopenhauer. Autore molto famoso e conosciuto, ma mai affrontato da me prima d’ora per una sorta di timore reverenziale. L’approccio è quindi stato dubbioso e titubante ma quello che posso dirvi subito è: leggetelo.

Pensavo infatti di trovarmi di fronte ad un mattone, ed invece è passato molto velocemente, lasciandomi molti spunti di riflessione interessanti inerenti alla “dialettica”. L’argomento è tutt’altro che sorpassato dai tempi, ma anzi sempre molto attuale e forte.

trattasi di un libro pubblicato postumo, “l’arte di ottenere ragione”, ci regala 38 stratagemmi in cui il punto di partenza è una tesi avanzata da noi o dal nostro avversario. Schopenhauer individua due grandi percorsi, suddivisi in:
(link da wikipedia)

  1. Modi:
    • ad rem (verità oggettiva): la tesi è o non è in accordo con una verità oggettiva, per esempio “il cielo è blu”;
    • ad hominem o ex concessis (verità soggettiva): la tesi contraddice una affermazione precedente di colui che l’ha enunciata.
  2. Metodi:
    • confutazione diretta per attacco dei fondamenti:
      • confutazione dei fondamenti,
      • confutazione delle conseguenze;
    • confutazione indiretta per attacco delle conseguenze:
      • confutazione per una conseguenza falsa (ad rem o ad hominem),
      • confutazione per dimostrazione di casi contrari.

400px-Dialettica_eristica.svg.png

Il libro è quindi veloce, scorrevole e sarebbe da rileggere e studiare nel corso del tempo. L’analisi della dialettica ci pone davanti al grande dilemma: dirà la verità il nostro interlocutore, o vorrà semplicemente “vincere” la discussione? Riuscirà il nostro ad accapparrarsi il favore del pubblico e distruggere la nostra verità a favore della sua? Shopenhauer analizza tutti i punti di vista, ci aiuta a difenderci ed a contrattaccare. E’ chiaro che l’arte della dialettica si affina solo con lo studio e la prova sul campo, ed è per questo che lo terrò nel mio Kindle per poterlo rileggere anche a spot, più e più volte.

Insomma, una lettura consigliata a chi vuole conoscersi meglio.
Consigliato.

Autore: Bruno M.
Il libro lo potete trovare qui.

180px-Arthur_Schopenhauer_daguerreotype.jpg

Come eravamo di Arrigo Petacco

 

Arrigo Petacco,
celebre scrittore, giornalista, saggista e storico italiano, pubblica alla fine del 2015, un libro in qualche modo differente rispetto al solito. Ci racconta infatti di un’Italia fascista durante gli anni di guerra tra il 1940 ed il ’45, stretta tra le morse di una feroce dittatura da una parte e dalla sua autarchia dall’altra. Ci mostra o per lo meno cerca di mostrarci, le difficoltà del popolazione, con tutte le sue tribolazioni per portare avanti famiglie e figli. Un diario di viaggio lungo 5 anni che porterà l’Italia ad uno sfacelo completo. L’impegno profuso in questo libro, l’attenta ricerca nei fatti storici, e le molte curiosità in esso racchiuse, lo rendono davvero speciale. E’ vero che talvolta il libro tende a ripetersi visto il suo svolgersi in mensilità, ma riesce ad immergere il lettore gradualmente nell’incubo della guerra, della fame, dei razionamenti, dei bombardamenti e nel tramonto di un sogno di una grande Italia unita sotto il potente fascio. Megalomania ed autoproclamazione hanno distrutto un periodo iniziato con buoni auspici.

Petacco questa volta, riesce nel suo compito di fornire una visione chiara e dettagliata della vita di tutti i giorni dei cittadini italiani, succubi di un regime totalitario e senza via di scampo. Un libro scorrevole, veloce e con molte curiosità al suo interno. Consigliato a chi vuole immergersi in una lettura storica dai molti particolari.

Autore: Bruno M.
Il libro lo potete trovare qui.

petacco
Arrigo Petacco

Il palazzo dell’Amore di Jack Vance

Il Ciclo dei Principi Demoni
3° –  Il palazzo dell’Amore di Jack Vance (1973)

ucl297

“Il palazzo dell’Amore” di Jack Vance è il terzo capitolo del ciclo dei Principi Demoni. Scritto nel lontano 1973 agli albori della tecnologia, questo libro ci riporta sulla Terra, alla ricerca di Viole Falushe, uno dei 3 Principi Demoni ancora in vita, da eliminare. Molto diverso rispetto ai primi due romanzi della saga, riesce a restituire una migliore prosa narrativa capace di un impianto scenografico notevole e capace sopratutto di portare il lettore all’interno dello scenario e del dramma. Come al solito i personaggi vengono ben sviluppati, la trama è molto lineare e senza grandi colpi di scena ma al tempo stesso, bella ed intrigante. Dal mio punto di vista e rispetto agli altri due precedenti capitoli, questo mi ha fatto sognare un po’ meno. Il ritorno sulla Terra per un lungo periodo, mi ha fatto perdere un po’ quel senso di “fantascienza”. Faticavo a dargli una connotazione futuristica essendovi molti elementi conosciuti e meno futuribili. Rimane il fatto che la costruzione del palazzo dell’Amore con le sue regole, le sue goliardie e le sue pazzie, sono veramente uno spettacolo: entrare nel palazzo vi lascerà esterefatti.

Ce la farà questa volta il nostro eroe Kirth Gersen nel suo intento? Andrà come al solito a braccetto della sua fraterna amica vendetta? Prendete coraggio e spostatevi nell’Oukimene. Vita, morte, amore e pazzia, si legheranno stretti in un romanzo attuale e sconcertante ai limiti della pazzia umana. Un grande scrittore per un altro grande racconto.

Lo raccomando a chi impazzisce per la fantascienza. Ne rimarrà colpito.
La recensione del primo capitolo la trovate qui.
La recensione del secondo capitolo la trovate qui.

Vance
Jack Vance